Seguici:

Bambina di 3 Anni Capricciosa: lo sfogo di una mamma

Una bambina di 3 anni capricciosa sta mettendo in seria difficoltà una coppia di neo genitori che non sa come gestire l'educazione permissiva dei suoi parenti

di Maria Corbisiero

28 Gennaio 2022

Ogni genitore deve essere libero di educare i propri figli come meglio crede, tuttavia ciò deve avvenire sempre nel pieno rispetto degli altri. Una bambina di 3 anni capricciosa, figlia di due genitori eccessivamente permissivi, sta mettendo in seria difficoltà una coppia di neo genitori, i suoi zii, che si vedono negare dai parenti la possibilità di imporre dei limiti alla piccola, curiosa e divertita dall’interazione con la cugina appena nata.
 

Bambina di 3 Anni Capricciosa: lo sfogo di una mamma

Bambina di 3 anni capricciosa allatta neonato – Foto diritto d’autore: gewoldi© 123RF.com – ID Immagine: 23576739 con licenza d’uso.


 

Bambina di 3 Anni Capricciosa: lo sfogo di una mamma.

Dire no ad un bambino non è mai facile, per alcuni diventa addirittura doloroso se il piccolo risponde al divieto con pianti ed urla, tuttavia l’eccessiva libertà può recare all’infante maggiori danni di un fermo e deciso impedimento.
Questo perché i bambini necessitano di regole e limiti che insegnino loro il rispetto per gli altri e li aiutino a riconoscere ed evitare gli errori.
Dire no ai bambini aiuta i figli a crescere.
L’utente di un forum inglese dedicato alla genitorialità ha raccontato di essere in grossa difficoltà a causa dei suoi cognati troppo indulgenti e della loro bambina di 3 anni capricciosa.

“Mia cognata ha 2 bambini, 3 e 8 anni, noi abbiamo una bimba di 4 mesi. La bambina di 3 anni è molto carina e divertente, ma è ovviamente la figlia preferita di mia cognata e le è permesso fare quello che vuole, il che va bene ma non quando si tratta di nostra figlia”.

Questa è la premessa fatta dalla donna, un’affermazione dalla quale traspare la differenza di opinioni genitoriali riguardo all’educazione da dare ai propri figli: da un lato ci sono i neo genitori che preferiscono imporre delle regole ben precise, dall’altro i cognati che danno la massima libertà di azione alla loro figlia minore, lasciandole fare tutto ciò che vuole.
 
Per chiarire meglio la sua posizione e l’esasperazione raggiunta, la donna racconta alcuni episodi, tra cui quello relativo alla loro prima uscita con la piccola. In quell’occasione infatti, la cognata ha dato il biberon alla neonata e, senza chiedere l’opinione dei neo genitori, ha permesso alla bambina di 3 anni capricciosa di mantenere la bottiglina, ridendo del fatto che quest’ultima non riuscisse a farlo in modo corretto.
Ciò ha spinto la coppia ad allattare personalmente la propria bambina, cercando a volte “rifugio” in un’altra stanza, tentativo che alla fine si è rivelato essere del tutto vano:

“La bimba vuole venire con noi, mio marito cerca di tenerla fuori ma poi lei fa i capricci e i miei cognati le dicono di seguirmi e di guardare restando in silenzio”.

L’utente anonima inoltre spiega che alla nipote viene permesso di pulire il sederino e di mettere la crema alla neonata durante il cambio del pannolino, finanche di tenerla in braccio ogni volta che lo richiede, pur non riuscendo a sostenere adeguatamente la cuginetta, rischiando di farla cadere.
La neo mamma è pienamente consapevole del fatto che la nipote abbia solo 3 anni ed è quindi normale mostrare tutta quella curiosità e voler imitare i grandi prendendosi cura a suo modo della bambina. Lo sfogo pubblicato sul forum di maternità Mumsnet infatti non mira a rimproverare la piccola bensì i suoi genitori che le garantiscono la piena libertà di azione, impedendo ai parenti di imporle un qualunque rifiuto o regole di buon comportamento.

“Non ci è permesso dirle di no. Tira fuori dalla nostra borsa tutti i giocattoli e i ciucci di mia figlia, mastica i suoi giocattoli per la dentizione e, se vengono a trovarci, sposta tutte le sue cose o va nella sua stanza dove getta sul pavimento tutti i giocattoli e passa in rassegna tutti i suoi vestiti senza chiedere il permesso”.

Ma non è tutto! Con grande rammarico la donna rivela che non viene permesso loro di dire alla bambina di 3 anni capricciosa di lavarsi le mani prima di poter toccare la neonata o di proibirle di avvicinarsi e baciare la cuginetta quando è raffreddata (accortezza quest’ultima che dovrebbe avere chiunque, grandi e piccoli – ndr).
La neo mamma trova assurdo questo comportamento permissivo affermando di aver ricevuto tutt’altra educazione.

“Mi è sempre stato insegnato a chiedere prima di toccare cose che non erano mie. Non penso che siamo severi, non pretendiamo di imporle la disciplina su cose che non riguardino nostra figlia. È pur sempre una bimba di 3 anni, è curiosa e vuole giocare ma ci devono essere dei limiti”.

La donna chiede infine un parere alle altre mamme in quanto non sa come affrontare la situazione, è certa che la cognata non accetterà mai le loro regole ma, allo stesso tempo, non vuole impedirle di vedere la nipote perché lei ci tiene molto.
 
Mamme, cosa fareste al suo posto?
Avete mai avuto a che fare con genitori eccessivamente permissivi?



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici