Seguici:

Nicola Coughlan, Penelope di Bridgerton, vittima di body shaming

di Maria Corbisiero

24 Maggio 2022

Nicola Coughlan, Penelope di Bridgerton, vittima di body shaming

Classe 1987, Nicola Coughlan è una giovane attrice irlandese che ha ottenuto il successo internazionale nel 2018 interpretando il ruolo della studentessa Clare Devlin nella sitcom Derry Girls. Ciò le ha permesso di avere la parte di Penelope Featherington nella famosa serie tv Bridgerton, personaggio protagonista della terza stagione.

Ma la fama, si sa, non è tutta rose e fiori, spesso presenta anche il rovescio della medaglia. Nel caso della Coughlan sono gli sgradevoli commenti sulla sua fisicità.

Colin e Penelope: prossima coppia protagonista di Bridgerton.

Ispirata ai romanzi della scrittrice statunitense Julia Quinn, Bridgerton (serie tv Netflix prodotta da Shonda Rhimes) narra le vicende dell’alta società londinese vissuta nell’età della Reggenza (Regency Era, dal 1811 al 1820). Le prime 2 stagioni, entrambe fedeli ai racconti dei libri, hanno visto protagoniste le storie d’amore tra:

  • Daphne Bridgerton (interpretata da Phoebe Dynevor) e il Duca di Hastings (interpretato da Regé-Page Jean);
  • Anthony Bridgerton (interpretato da Jonathon Bailey) e Miss Kate Sharma (interpretata da Simone Ashley).
 

La terza stagione televisiva subirà invece un piccolo salto: i protagonisti saranno difatti Colin Bridgerton (Luke Newton) e Penelope Featherington (Nicola Coughlan), la cui storia d’amore è oggetto del quarto libro della Quinn (il terzo parla di Benedict Bridgerton e Sophie Beckett).

“Come Lady Whistledown, ho mantenuto un grande segreto per un bel po’ di tempo… ma finalmente posso dirvelo. La terza stagione di Bridgerton sarà la storia di Colin e Penelope”.

Questo l’annuncio social pubblicato da Nicola Coughlan il 16 Maggio 2022. L’attrice sta vivendo un momento d’oro della sua carriera pur ritrovandosi quotidianamente a fare i conti con i suoi haters.

Nicola Coughlan, Penelope di Bridgerton, vittima di body shaming.

L’interprete di Penelope Featherington (e del suo alter ego Lady Whistledown) si è ritrovata più volte a dover difendere pubblicamente la sua fisicità. L’episodio che ha avuto una grande rilevanza mediatica (e che viene spesso ricordato da giornali e siti web) risale al Febbraio 2021.

In occasione della 78° edizione dei Golden Globe (trasmessi sulla NBC il 28 febbraio 2021) l’attrice ha scelto di indossare un abito di tulle giallo canarino realizzato da Molly Goddard abbinandolo ad un cardigan corto nero di Ply Knits.

La scelta di questo look è stata criticata da Amanda Richards, conduttrice del Big Calf Podcast, che ha così commentato sui social:

“La ragazza grassa di Bridgerton indossa un cardigan nero ai Golden Globes, perché non importa quanto sei sexy ed elegante, se sei una ragazza grassa ci sarà sempre un cardigan nero che pensi di indossare. Puoi decidere di non farlo, ma alla fine lo indossi perché ti senti come se dovessi farlo”.

Il tweet è stato in seguito rimosso, non prima di aver ricevuto una decisa risposta di Nicola Coughlan che ha voluto ricordare alla donna di avere un nome:

“Pensavo che il cardigan fosse il jolly, Molly Goddard li ha usati sulla sua passerella con gli abiti da cui è nata l’idea. Ad ogni modo anche io ho un nome”.

L’attrice lancia un messaggio social contro gli haters.

Lo spiacevole commento dei Golden Globes 2021 non è che la punta dell’iceberg. Nicola Coughlan riceve ogni giorno opinioni e consigli, non assolutamente richiesti, sul suo corpo. Questa tendenza l’ha spinta a chiudere il suo profilo twitter e a lanciare un appello su Instagram.

Il post pubblicato il 30 Gennaio 2022 è privo della funzione “commenta”, ciò testimonia la poca tolleranza nei confronti del body shaming.

“Se hai un’opinione sul mio corpo, per favore, non condividerla con me. La maggior parte delle persone è gentile e non vuole essere offensiva ma io sono solo un essere umano. È davvero difficile sopportare il peso di migliaia di commenti sull’aspetto e sul fisico che ti vengono inviati ogni giorno”.

E ancora:

“Se hai un’opinione su di me va bene, lo capisco perché sono in TV e il pubblico riceve informazioni su cui riflettere e di cui parlare ma ti scongiuro di non scrivermele direttamente”.

Nicola Coughlan: giudicate il personaggio, non la persona.

Intervistata in seguito dal quotidiano inglese The Guardian, l’attrice di Bridgerton è tornata a parlare dei commenti spiacevoli sul suo corpo ed ha chiarito di nuovo il suo punto di vista.

Pur riconoscendo le buone intenzioni di alcuni, Nicola Coughlan ha spiegato di essere rimasta ferita anche dai commenti fatti “a fin di bene”. La speranza dell’artista è che l’attenzione mediatica si concentri principalmente sulla sua recitazione (e sul personaggio interpretato) e non sul suo aspetto o sulla sua persona.

 

Le parole hanno un significato” ha dichiarato al quotidiano, il più delle volte sono un macigno che schiaccia, opprime, ferisce.

Le parole sono importanti” diceva Nanni Moretti, impariamo ad usarle affinché i loro effetti non siano letali per chi le ascolta. Diamo il giusto peso a ciò che viene detto e scritto, perché ogni parola provoca un effetto, buono o brutto che sia.



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici