Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Morte sul FrecciaRossa: Macabro Rinvenimento su un Treno, è Giallo

Sembra la trama di un giallo, ma è cronaca nera

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

22 Luglio 2014

La cronaca nera di oggi riporta un fatto che sembra tratto da un giallo di Agatha Christie, ma che purtroppo invece è realtà.

Su un FrecciaRossa (9540), partito ieri da Napoli alle 14.00 con destinazione Milano, un uomo è stato trovato morto in uno dei bagni di un vagone di prima classe.

 

A fare la macabra scoperta il capotreno; il convoglio sarebbe poi stato bloccato alla stazione di Firenze Rifredi.

Dalle  prime ricostruzioni l’uomo era di origine straniera, afgana secondo alcune testate, algerina secondo altre.

Al momento del ritrovamento aveva una mazzetta di banconote in tasca per un totale di circa trentamila euro.

Il cadavere riportava ferite inferte ai polsi e all’addome (alcune notizie riferiscono di colpi alla gola), e sembrerebbe che gli inquirenti avanzino l’ipotesi del suicidio, anche se non si escludono altre piste.

Al momento della scoperta il treno è stato fermato, alla stazione di Firenze Rifredi sono state prese le generalità di tutti i passeggeri che al momento erano sul treno.

Secondo le prime testimonianze l’uomo viaggiava solo in un vagone di prima classe ed era diretto a Milano.

La porta del bagno nel quale è stato ritrovato era chiusa dall’interno, il che farebbe supporre ad un suicidio.

Il treno è stato nella stazione fiorentina per circa 240 minuti, sul posto è intervenuta la Polizia Ferroviaria e i sanitari.

I passeggeri del freccia rossa sono inizialmente stati invitati a lasciare il treno dopo essere stati identificati da parte degli agenti, poi invece Trenitalia ha stabilito che il treno poteva ripartire per la destinazione finale, ed è ripartito intorno alle 21.

 

Leggi anche

Seguici