Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Pulire la Cappa della Cucina con Rimedi Fai da Te

Come pulire la cappa della cucina con dei rimedi fai da te? Ecco alcuni consigli utili su come pulire a fondo uno degli elettrodomestici più usati in casa.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

04 Dicembre 2015

Si è soliti dire che la cucina è il cuore pulsante della casa, è la stanza che frequentiamo maggiormente e che chiaramente si sporca più facilmente e velocemente rispetto ad altre.

Per una mamma, sia essa una casalinga o una lavoratrice, pulire la cucina diventa di conseguenza un’importante azione quotidiana atta a garantire igiene e sicurezza per la propria famiglia.

Voi mangereste mai in una stanza lurida e sporca?

Credo proprio di no!

Dopo avervi parlato della pulizia del forno, del microonde e del frigorifero con prodotti naturali e non, oggi vogliamo parlarvi di come pulire la cappa della cucina.

Pulire la cappa della cucina con rimedi fai da te.

Pulire la Cappa della Cucina con Rimedi Fai da Te

 

La cappa aspirante è sicuramente uno degli elettrodomestici più usati in cucina. Utile ad eliminare i vapori e gli odori sprigionati durante la cottura dei nostri pasti, viene azionata circa due volte al giorno (contando i due pasti principali della giornata, pranzo e cena – ndr) e per tempi che variano in base alle pietanze che dobbiamo preparare.

Pulire la cappa della cucina, sia internamente che esternamente, significa quindi eliminare le incrostazioni di unto e grasso che si attaccano alla superficie dell’elettrodomestico ogni qualvolta ci apprestiamo a cucinare.

Ma come si pulisce in modo accurato una cappa aspirante?

Per evitare che la nostra cappa diventi lurida e difficile da pulire, dobbiamo organizzare una pulizia periodica dell’elettrodomestico: l’esterno deve essere pulito almeno una volta a settimana mentre la parte interna ogni 3 settimane, 4 al massimo (tempo che può variare a seconda dell’uso più o meno frequente dei fornelli).

Se i tempi di pulizia ed igienizzazione vengono allungati, pulire la cappa della cucina diventerà un’operazione difficoltosa e lunga. Meglio lavaggi brevi e frequenti che lavaggi lunghi e laboriosi.

Pulire la cappa della cucina: come fare.

Se quello che cercate è un metodo fai da te veloce per pulire la cappa aspirante allora dovete munirvi di una pentola contenente dell’acqua e dell’aceto. Ponete quest’ultima sui fornelli e portate l’acqua ad ebollizione.

Il lavoro di pulizia verrà fatto dal vapore che fuoriuscirà dalla pentola che, unito all’aceto, penetrerà all’interno dei filtri pulendoli.

Questo metodo rapido però non garantisce un’accurata pulizia e deve essere ripetuto più volte, anche durante la settimana, per avere dei risultati effettivi.

Per pulire la cappa della cucina a fondo diventa necessario smontarla.

Non lasciatevi impressionare, smontare la cappa aspirante è un’operazione molto semplice e non richiede troppo tempo.

Per prima cosa bisogna togliere il coperchio e porlo in ammollo in un recipiente – la grandezza di quest’ultimo varia a seconda della grandezza del coperchio della cappa – contenente acqua calda e aceto finché il grasso e l’unto che lo ricoprono non risulteranno ammorbiditi (ci vorranno circa 20 minuti).

Successivamente bisognerà strofinare la superficie del coperchio con una spugna, lo stesso tipo che usate per lavare i piatti, facendo ben attenzione a non strofinare troppo energicamente e rischiare così di graffiare la superficie.

Per questa operazione è possibile usare un comune sgrassatore oppure, se preferite i metodi naturali, una soluzione di acqua e bicarbonato. Una volta finito, sciacquare il coperchio sotto l’acqua calda corrente e asciugarlo bene.

Per pulire la cappa della cucina: la parte interna.

Stampa

Passiamo ora alla parte interna e alla sostituzione o pulizia dei filtri.

Per quanto riguarda la sostituzione dei filtri, ossia le spugne bianche presenti all’interno della cappa aspirante, è sufficiente eliminare quelli vecchi (il consumo viene evidenziato dal cambio di colore, i filtri infatti diventano gialli) e sostituirli con quelli nuovi acquistati da un negozio di ferramenta o nei negozi di casalinghi.

Attenzione, vi sono alcuni modelli di cappa aspirante dotate di filtri metallici, questi non vanno sostituiti ma lavati in lavastoviglie oppure a mano con un normale detersivo per piatti.

Non resta ora che pulire la cappa della cucina internamente.

Quest’operazione può essere fatta sia con un comune sgrassatore che con una soluzione non troppo densa di acqua e bicarbonato o di acqua e aceto.

Spruzzare la parte interna della cappa con lo sgrassatore, o la soluzione fai da te che avete preferito, e lasciate agire per circa 15 minuti. a tempo trascorso, strofinare la superficie interna della cappa con una spugna e, quando risulterà pulita, passare un panno umido per eliminare eventuali residui di detersivo o soluzione.

Una volta pulita, montare la cappa aspirante ricordando di ripete l’operazione di pulizia periodicamente.

Se hai trovato le nostre informazioni interessanti iscriviti alla Newsletter di Vita Da Mamma oppure clicca qui per leggere l’ebook: un “Come pulire la casa in un modo economico ed ecologico”.

Leggi anche

Seguici