Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Pulire il Materasso con il Bicarbonato di Sodio (Video)

Pulire il materasso con il bicarbonato di sodio, ottimo deodorante naturale, ci permette di igienizzarlo e rinfrescarlo ad ogni cambio di stagione

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

23 Febbraio 2016

Una persona sana trascorre mediamente un terzo della sua vita a letto, tempo che potrebbe allungarsi in caso di lunghe degenze per malattie o varie problematiche.

Ogni volta che ci mettiamo a letto lo facciamo con estrema leggerezza, senza pensare assolutamente alla sporcizia che il nostro materasso potrebbe aver accumulato nel tempo.

Bisogna infatti riconoscere che, pur essendo delle maniache dell’ordine e della pulizia, i letti, e in particolar modo i materassi, non vengono puliti adeguatamente. Spesso ci si limita a girarlo mentre le persone più risolute provano a sbatterlo con un battipanni; i più fortunati invece utilizzano gli elettrodomestici ideati appositamente a tale scopo.

Ma è davvero impossibile pulire il materasso in modo facile, veloce ed economico?

Pulire il Materasso con il Bicarbonato di Sodio (Video)

Questo quesito trova risposta in un video pubblicato da una celebre youtuber canadese, Melissa Maker, che ha deciso di dedicare la sua vita allo studio e all’approfondimento delle tecniche di pulizia.

Ma chi è questa ragazza di Toronto?

Dopo aver preso la laurea in Bachelor of Business Administration (BBA) nel 2005 – titolo di studio paragonabile alla nostra laurea in economia e commercio – e dopo aver rinunciato al suo lavoro nel settore bancario per dar vita alla sua idea di un servizio di pulizia affidabile, Melissa, che ignorava l’argomento pulizie, ha iniziato a studiare per poi mettere in pratica tutto ciò che aveva imparato nella sua azienda.

Poco dopo nacque l’impresa di pulizie “Clean My Space services”, una ditta che oggi conta più di 20 impiegati, e, successivamente, data la costante richiesta di consigli da parte di amici e parenti, è nato il canale Youtube “Clean My Space” e il relativo blog omonimo.

Melissa, che oggi viene considerata un vero e proprio mago delle pulizie, utilizza queste piattaforme social per dispensare consigli e trucchi che consentono di tenere in ordine la casa con un notevole risparmio di danaro e di energia.

Tra i vari trucchi presentati dalla Maker vi troviamo quello su come pulire il materasso.

Durante la presentazione del video, Melissa ci spiega cosa è in grado di accumulare un materasso nel corso della sua vita.

Basti pensare che una persona suda in media ogni notte circa mezzo litro di acqua, senza contare che lo stesso individuo può arrivare a perdere fino a 1,6 chili di pelle ogni anno. Se a tutto ciò aggiungiamo la polvere ed eventuali peli dei nostri amici animali, possiamo affermare con sicurezza che i nostri materassi rappresentano dei veri e propri depositi di sporcizia sui quali noi ci adagiamo ogni notte.

Pulire un materasso in profondità, come detto in precedenza, non è affatto semplice ma seguendo questi consigli potremmo sicuramente migliorarne la qualità e la pulizia.

1 – Pulire il materasso con l’aspirapolvere.

Questa operazione serve ad eliminare la polvere e gli eventuali residui di pelle. Deve essere effettuata per un minimo di due volte l’anno, ossia ad ogni cambio di stagione, quando solitamente lo si gira.

2 – Come pulire il materasso con il bicarbonato, un deodorante naturale.

Il bicarbonato di sodio è noto per le sue proprietà sbiancanti, disinfettanti e deodoranti. Essendo un sale alcalino debole, il bicarbonato di sodio è infatti in grado di neutralizzare gli acidi ed ostacolare la crescita dei batteri, cause dei cattivi odori.

Al minuto 2:29 del video allegato a questo articolo, è possibile vedere Melissa intenta a spargere del bicarbonato di sodio sul materasso, questa azione ci consente di pulire il materasso ma soprattutto di contrastare la crescita dei batteri e, di conseguenza, restituirgli un odore gradevole.

E’ necessario lasciar agire il bicarbonato per circa 30 minuti e poi aspirare con un normale elettrodomestico dal beccuccio piccolo, quello solitamente usato per la tappezzeria.

Prima di cospargere il materasso con il bicarbonato, è possibile aggiungere a quest’ultimo alcune gocce di oli essenziali (la lavanda ad esempio), che consentiranno di avere una profumazione ancora più gradevole nella stanza.

Pulire il Materasso con il Bicarbonato di Sodio (Video)

 3 – Come pulire il materasso: eliminare le macchie. 

Melissa fa la distinzione tra tre tipi di macchie, grasso, tannino e proteica, sostenendo però che è possibile trovare su un materasso solo l’ultimo tipo citato, ossia le macchie a base proteica, macchie dovute ai liquidi corporei quali sangue, sudore, urina, etc.. Come per tutte le macchie, anche queste devono essere trattare con una certa celerità in modo tale da impedire la formazione di aloni.

La prima operazione da fare è tamponare (battere e non strofinare) la macchia sul materasso con un panno umido e, successivamente, asciugare il tutto con un panno asciutto (vedi minuto 4:08 del video posto in calce all’articolo).

È importante inoltre ricordare che il panno deve essere bagnato con acqua fredda e non calda perché il calore fissa le macchie rendendone più difficile l’eliminazione.

Per pulire il materasso dalle macchie fresche sarà sufficiente applicarvi sopra una miscela di sale, bicarbonato di sodio e acqua. Formare una pasta con questi tre elementi e applicarla sulla macchia del materasso per circa 30 minuti. A tempo trascorso, strofinare con una spazzola ed eliminare ogni residuo con un panno

Se ciò non dovesse funzionare, Melissa consiglia una seconda soluzione composta da 2 parti di perossido di idrogeno (acqua ossigenata) e una parte di sapone per piatti. Per pulire il materasso bisognerà applicare delicatamente questa miscela sulla macchia, spazzolare delicatamente con uno spazzolino da denti utilizzato unicamente per le pulizie di casa, e ripulire il tutto dopo 5 minuti circa con un panno umido.

Qualunque sia il rimedio adottato per pulire il materasso, è bene ricordarsi sempre di usare piccole quantità di liquido in modo tale che il materasso si asciughi completamente evitando così la formazione di muffa. Per agevolare l’asciugatura è possibile usare ventilatori o simili.

Come consiglio finale, ma non per questo meno importante, è opportuno ricordare l’uso di un coprimaterasso che protegga il nostro letto e, nel contempo, riduca il rischio di macchie e accumuli di sporcizia.

Qui di seguito il video di Clean My Space.

Leggi anche

Seguici