Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Batuffolo di Cotone nell’Ombelico per Curare Tosse e Dolori (Fate ATTENZIONE)

Vediamo cosa c'è di vero nel rimedio popolare di mettere un batuffolo di cotone nell'ombelico e curare molti mali

Gioela Saga

di Gioela Saga

07 Marzo 2016

E’ comparsa in questi ultimi giorni ed è ovviamente stato diffusa in modo massiccio la notizia secondo la quale basterebbe mettere un batuffolo di cotone nell’ombelico, dopo averlo imbevuto di alcool, per far passare molti disturbi, tra i quali sono annoverati la tosse, il raffreddore, i dolori mestruali e muscolari.

Mettere un batuffolo di cotone nell’ombelico per curare tutti i mali

batuffolo di cotone nell'ombelico rimedi

Il rimedio è spacciato per popolare, un classico rimedio della nonna che avrebbe la meglio su qualsiasi tipo di terapia farmacologica. Partendo dal presupposto che spesso vi sono rimedi naturali, fitoterapici o omeopatici che possono aiutare a guarire o ridurre diverse sintomatologie, questo non è sicuramente di questo tipo.

Ricordiamo inoltre che anche i cosiddetti rimedi naturali “ufficiali” devono sempre essere consigliati e prescritti da personale qualificato e che spesso il passa parola non è assolutamente sicuro. Anche la medicina naturale ha spesso delle controindicazioni e deve seguire posologie specifiche.

Detto ciò, il rimedio del batuffolo di cotone nell’ombelico, bagnato nell’alcool, è un rimedio popolare, ovvero uno di quei rimedi che non ha nessun fondamento scientifico ma si baserebbe sull’esperienza tramandata nel tempo da chi pare abbia tratto beneficio da questa pratica.

Batuffolo di cotone nell’ombelico con l’alcool, può davvero servire?

Stando a questo rimedio pseudo popolare pare che un semplice batuffolo di cotone nell’ombelico intinto nell’alcool o, secondo altre fonti, nel brandy, come alternativa, possa alleviare molti disturbi anche di diversa origine, dalla tosse ai dolori muscolari, fino a diminuire la nausee dovuta alla macchina, ovvero la cinetosi.

Ovviamente, come sempre in questi casi, vi è probabilmente un’origine empirica del metodo, ovvero, può succedere che l’applicazione casuale di questo metodo abbia potuto sortire qualche effetto. Ad esempio, nel caso della cinetosi, l’odore dell’alcool può essere stato utile ad “assopire” le sensazioni di nausea e ad ingannare il problema vestibolare alla base di questo disturbo.

batuffolo di cotone nell'ombelico rimedio

Per quanto riguarda tossi e raffreddori, fa parte di un’idea popolare, spesso deleteria, che l’alcool possa far abbassare la temperatura e aiutare in tutti i casi in cui ci sia la febbre. L’idea molto ingenua è che l’effetto “rinfrescante” momentaneo possa aiutare la temperatura a scendere. Questa pratica invece è addirittura pericolosa e vi sono stati decine di incidenti anche gravi e mortali come conseguenza di applicazione di spugnature a base di alcool in caso di febbre alta.

Lo shock termico, ovvero il repentino abbassamento della temperatura può infatti risultare estremamente pericoloso portare anche ad effetti avversi gravi e paradossali, provocando vasocostrizine dei capillari periferici che può portare al coma e al decesso.

E’ vero che in questo caso si parla solo di un batuffolo di cotone nell’ombelico ma è un metodo che, se non fa danni, non dà neppure effetti tangibili ma veicola un’errata informazione di base potenzialmente pericolosa.

Batuffolo di cotone nell’ombelico può essere pericoloso?

Leggendo il rimedio popolare diffuso in rete, si suggerisce di applicare il batuffolo nell’ombelico fissandolo con un cerotto o una benda: si può usare anche dopo una dura giornata di lavoro per rilassare i muscoli tesi e godere di un buon riposo. Verrebbe quasi da sorridere al pensiero che forse i fumi del brandy potrebbero servire da agente rilassante… se non fosse che  è una pratica comunque sconsigliabile.

L’alcool è stato da sempre usato per disinfettare anche se ormai è risaputo che non è esattamente il modo migliore per trattare una ferita inoltre una troppo alta concentrazione o un uso prolungato a contatto con la pelle può comunque seccarla o irritarla o addirittura portare a dermatiti in soggetti sensibili, tant’è che pur essendo presente anche in vari prodotti cosmetici, la sua azione è sempre compensata dalla presenza di sostanze idratanti come oli vegetali.

batuffolo di cotone nell'ombelico rimedio

Anche l’evaporazione dell’alcool non è totale e un uso persistente è assolutamente sconsigliabile perché considerato tossico, i fumi dell’alcool possono dare fenomeni di vertigine, mal di testa, irritazioni alle vie respiratorie, soprattutto se ciò avviene in modo continuativo come proposto dal metodo in questione.

A tutto ciò si aggiunge che un pizzico di sale sul batuffolo di cotone nell’ombelico, insieme all’alcool, ne potenzierebbe addirittura gli effetti; su questo potenziamento non riusciamo francamente a trovare spiegazioni se non nelle fonti ancora più popolari che vedono il sale come protagonista di rituali scaccia malocchi, e dunque, per questo, ancora meno “scientifici”. Dal punto di vista strettamente obiettivo, il sale asciugherebbe ancora di più la pelle, rischiando di sensiblizzarla ancora di più.

In alcuni post diffusi sul web si consiglia addirittura questa pratica “innocua” anche per i bambini, in modo da non dar loro medicinali. Alla luce di quanto detto invitiamo a non farlo e a chiedere sempre e comunque informazioni su terapie anche cosiddette naturali al proprio medico, prima di metterle in pratica e avere più danni che benefici.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici