Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Cassettiere Ikea Ritirate: Sono Pericolose

Sono 29mila le cassettiere Ikea ritirate dal mercato, decisione che il colosso svedese ha preso in seguito al decesso di 6 bambini e a diverse segnalazioni.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

30 Giugno 2016

Sono stati sei decessi e 41 le segnalazioni di ribaltamento, 17 delle quali hanno denunciato lesioni riportate da bambini di età compresa tra 19 mesi e 10 anni, a spingere il colosso svedese a prendere questa drastica decisione.

 

Già lo scorso anno l’Ikea, unitamente al Consumer Product Safety Commission (CPSC), la commissione americana che si occupa della sicurezza dei consumatori, aveva ideato un programma di riparazione che prevedeva l’invio di 300.000 kit di ancoraggio alla parete a tutti i clienti, possessori delle cassettiere per bambini o per adulti, che ne avrebbero fatto richiesta.

 

Il tutto per limitare gli incidenti domestici dovuti proprio al rischio di ribaltamento di questi mobili che aumentava se non ben ancorati.

Nonostante ciò, lo scorso 28 giugno la nota azienda immobiliare ha annunciato il ritiro di circa 29 mila cassettiere negli Stati Uniti.

 

Cassettiere Ikea ritirate dal mercato per grave pericolo di ribaltamento.

 

Cassettiere Ikea Ritirate: Sono Pericolose

Più esattamente, per cassettiere Ikea ritirate dal mercato si intendono tutte le cassapanche e cassettiere che superano un’altezza di 23.5 pollici (circa 60 sm) per quanto concerne quelle adatte ai bambini, e di 29,5 pollici (circa 75 cm) per quanto concerne quelle il cui uso è destinato agli adulti.

 

Ben 8 milioni di unità di cassettiere Ikea ritirate fanno parte della linea MALMsi parla di mobili a 3 cassetti, 4 cassetti, 5 cassetti e tre i modelli a 6 (due alte e una più bassa come dimostra la foto riportata qui di seguito) – mentre le restanti 21 mila unità soggette al ritiro fanno parte di altre linee di cassapanche e cassettiere per adulti e/o bambini.

Cassettiere Ikea Ritirate: Sono Pericolose

Come detto in precedenza, a determinare questa drastica decisione sono stati i 6 decessi avvenuti nel corso di questi anni, bambini deceduti perché schiacciati dal peso delle cassettiere Ikea ritirate.

 

I primi due tragici eventi sono stati resi noti nel luglio del 2015, in concomitanza con la campagna di prevenzione lanciata dall’Ikea e dal CPSC.

Nel 2014, a soli tre mesi di distanza, hanno perso la vita il piccolo Curren Collas, di appena due anni, residente a West Chester (New York), una tragica sorte toccata successivamente ad un bambino di soli 23 mesi di Snohomish, Washington (leggi QUI la loro storia).

 

Cassettiere Ikea ritirate dal mercato per pericolo di ribaltamento: continuano le segnalazioni anche dopo la campagna di sicurezza.

 

Nonostante il programma di sicurezza, l’azienda si è ritrovata a fronteggiare numerose segnalazioni che denunciavano il ribaltamento dei mobili, incidenti che, nel febbraio del 2016, sono costati la vita al piccolo Ted, un bambino di 22 mesi residente a Apple Valley, Minnesota (leggi QUI la sua storia).

 

Meno conosciuti, ma non per questo meno gravi, i tre incidenti avvenuti diversi anni fa imputabili al ribaltamento delle cassettiere Ikea ritirate dal mercato oggi ma non appartenenti alla linea MALM.

 

Nel 1989 una bambina di 20 mesi della Virginia è stata schiacciata da un mobile a 4 cassetti modello Gute; nel 2002 un bambino di 2 anni e mezzo di Cranford, New York, è morto sotto il peso di una cassettiera di 5 cassetti modello RAKKE 5; nel 2007 una bimba di 3 anni della California è deceduta a causa del ribaltamento di un mobile con 3 cassetti modello KURS.

 

In seguito a questi drammatici accadimenti, e alle ripetute segnalazioni di ribaltamento, l’azienda svedese ha provveduto a pubblicare un comunicato ufficiale attraverso il quale invita tutti i possessori delle cassettiere Ikea ritirate a non utilizzarle e a collocarle in una zona non frequentata dai bambini.

 

Ai clienti vengono poi date due opzioni di scelta:

  1. chiedere il rimborso completo per le cassapanche e le credenze prodotte tra il gennaio del 2002 e il giugno del 2016 (per quelle prodotte prima del 2002 è previsto un rimborso parziale);
  2. chiedere il kit di ancoraggio alla parete.

 

Qui di seguito un video che dimostra l’instabilità, dovuta al mancato ancoraggio alla parete, delle cassettiere Ikea ritirate dal mercato presentato da Elliot Kaye, presidente della Consumer Product Safety Commission.

Il manichino che causa il ribaltamento del mobile, un cassettiera MALM, pesa circa 13 kg.

 

 

Fonte: CPSC IKEA

Leggi anche

Seguici