Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Parto in Casa Naturale, le Foto Incredibili di una Nascita Libera

Un parto in casa naturale, come assistente il compagno e il figlio di 3 anni

Gioela Saga

di Gioela Saga

09 Marzo 2017

Quello che vi stiamo raccontando è il parto molto singolare di una mamma che ha voluto fortemente il parto in casa naturale.

 

Negli ultimi tempi il partorire in casa trova sempre più consensi tra le giovani coppie e questa esperienza appare proprio come meravigliosamente naturale ma bisogna fare un po’ di dovuta chiarezza.

Parto in casa naturale: una nascita libera

parto in casa naturale senza assistenza

Alicja è una mamma che potremmo definire alternativa, ha già un figlio di tre anni, Oscar di tre anni e vive con il suo compagno Roo e un gatto.

 

Questa mamma crede fortemente al parto in casa naturale, nell’educazione dolce, è vegana, vuole educare i suoi figli a casa senza istituzionalizzarli e ovviamente non vuole curarli con medicine tradizionali ma naturali. E’ una sostenitrice dell’allattamento a oltranza e della possibilità di nutrirsi della placenta, come fanno alcuni animali, per rigenerare i sali minerali e le proteine perse durante il parto.

Mangiare la Placenta dopo il Parto: Perché

 

Partorire in casa può essere una scelta e, negli ultimi tempi, è molto apprezzata dalle giovani coppie ma deve essere fortemente monitorata e non dovrebbe essere lasciata al caso in modo così “naturale” ed aleatorio.

 

Il partorire in casa inteso come il poter gestire un momento così intimo e naturale in un ambiente familiare può essere auspicabile ma deve sempre essere accompagnato da un percorso guidato e seguito da personale specializzato, sia esso rappresentato da una doula o da un’ostetrica.

 

La gravidanza non deve avere nulla di anomalo ma seguire una tempistica fisiologica e deve essere monitorata attentamente.

parto in casa naturale senza assistenza

Il parto in casa naturale qui presentato è un parto davvero libero inteso come non seguito, né istituzionalizzato in nessun modo.

Alicja e suo marito hanno fatto tutto completamente da soli, senza l’aiuto di nessun professionista, di nessun medico o ostetrica. Non avevano neppure fatto i controlli previsti tanto che non conoscevano neppure il sesso del bébé che si accingevano ad accogliere e, fino all’ultimo, Roo aveva scambiato i genitali della piccola Pixie per quelli di un altro fratellino.

 

Dunque ci teniamo a precisare che questa esperienza può esercitare molto fascino ma determina un rischi enorme, sotto tutti i punti di vista. Non è assolutamente raccomandabile ripetere una tale esperienza.

 

Il parto in casa può essere una legittima scelta qualora venga seguito da personale qualificato che sarà comunque in grado di valutare, anche all’ultimo momento, di poter revocare, per così dire, il proprio appoggio, se venissero a mancare determinati requisiti di sicurezza.

 

Parto in Casa: Cosa Bisogna Sapere

Dunque vogliamo offrirvi questo racconto, che si è concluso per fortuna positivamente, come un inno alla vita ma sottolineando come il parto in casa garantito parta da tutt’altri presupposti e vincoli di sicurezza.
parto in casa naturale senza assistenza

Parto in casa naturale: le foto e il racconto

Alicja e Roo decidono invece di non avere nessuna assistenza.

Per la mamma: “Basta Avere Fiducia nelle proprie Capacità e Seguire il Proprio Istinto.”

Riportiamo qui chiaramente il suo punto di vista con tutti i se e i ma che abbiamo espresso fino ad ora e che ribadiamo.

 

Alicja il giorno del parto è già stanca perché il piccolo Oscar non aveva dormito bene, forse risente del nervosismo della mamma. Alicja attende che il suo compagno torni dal turno di lavoro e inizia a dirgli che le contrazioni sono iniziate regolari, ogni dieci minuti.

 

Alicja sarà confortata dal compagno che la massaggerà, le starà accanto tutto il tempo. L’ambiente è ovattato, lei si aiuta con l’aromaterapia e un pallone da yoga su cui rilassare il suo corpo.

parto in casa naturale senza assistenza

Il piccolo Oscar di tre anni assiste a tutte le fasi e, quando vede il papà montare la piscinetta inizia a spogliarsi anche lui e a voler stare con la sua mamma. Anche su questo punto è evidente che i pareri possono essere discordanti dal punto di vista educativo.

 

Alicja è una sostenitrice dell’allattamento materno e, sentendo Oscar un po’ innervosito, prima di entrare nelle piccola vasca, lo allatta un po’ per rassicurarlo.

 

Insieme entrano nella piscinetta e la mamma bis ascolta della musica rilassante con le cuffie mentre aspetta di far fronte alle contrazioni sempre più ravvicinate. Il compagno le versa sulla schiena, delicatamente, dell’acqua calda.

 

Il fotografo loro amico, David, segue tutto il parto in casa naturale e ne fa un servizio fotografico davvero spettacolare.

parto in casa naturale senza assistenza

Parto in casa naturale: placenta, cordone ombelicale e musica soft

Roo abbraccia Alicja e la sostiene. Le ultime fasi espulsive del parto si avvicinano e anche Oscar è eccitatissimo, non appena vede la sorellina fuori dal corpo della mamma urla di gioia e vuole subito giocarci.

 

La mamma appoggia Pixie delicatamente al petto per il primo allattamento, il primo bonding, dopodiché cercherà di rilassarsi e provvedere all’espulsione della placenta, mantenendo però il cordone ombelicale attaccato più a lungo possibile.

 

Taglio del Cordone Ombelicale Ritardato, Tutti i Vantaggi

 

Roo aveva già preparato un posto nel frigorifero per potere tenere la placenta.

 

Secondo alcune teorie tutte da approfondire e valutare, nei rischi e vantaggi, scientificamente, potrebbe essere un buon nutrimento post partum.

parto in casa naturale senza assistenza

Alicja è stanca ma felice, Pixie sta bene ed è soddisfatta. E’ andato tutto meravigliosamente bene ma non dimentichiamo che i rischi sono stati enormi e fronte dei vantaggi ottenuti, alcuni dei quali sono comunque riproducibili ormai anche in molti ambienti ospedalieri o anche con un parto a casa ma non così estremamente libero.

 

Fonte: Punkymoms.com

Leggi anche

Seguici