Seguici:

Bambino gravemente ustionato con aspirapolvere

Bambino gravemente ustionato con aspirapolvere: la mamma si gira un attimo e lui mette il pollice nella parte inferiore dell'apparecchio, subendo un'ustione

Gioela Saga

di Gioela Saga

17 Marzo 2017

Tutti i genitori sanno che i bambini sono velocissimi e scaltri nel muoversi, basta un attimo di distrazione e sono in grado di fare le cose più pericolose ed impensabili.
Non si ha mai abbastanza fantasia per presupporre cosa siano in grado di fare in una manciata di secondi e non se lo aspettava neppure questa mamma che ha dovuto soccorrere il suo bambino gravemente ustionato proprio a causa di un aspirapolvere lasciato incustodito solo per pochi istanti.

 

Bambino gravemente ustionato con un aspirapolvere

Bambino gravemente ustionato.
Foto diritto d’autore: sopotniccy© 123RF.com – ID Immagine: 136977292 con licenza d’uso.

Bambino gravemente ustionato con un aspirapolvere.

 

Una mamma ha fatto conoscere la brutta esperienza che ha avuto con il figlio che inavvertitamente ha toccato l’aspirapolvere, nella parte inferiore, con la sua manina, mentre era in funzione.
La donna ha postato su Facebook la sua storia perché faccia da monito a tutte le mamme: non importa quanto tuo figlio ti stia vicino e quanta cura ed attenzione metti nell’osservare ogni suo minimo spostamento, a volte basta un attimo di distrazione, a lei è bastato qualche secondo perché il suo piccolo di soli 16 mesi ne approfittasse.

 

Jade, giovane mamma di 24 anni, si sente tremendamente in colpa per quanto successo: suo figlio poteva subire dei danni permanenti e, in ogni caso, ha sofferto molto, ha avuto ustioni di 4° grado alla manina.
Ecco cosa ricorda dell’accaduto la mamma del bambino gravemente ustionato:

 

“Non avevo mai sentito mio figlio gridare e piangere così – spiega Jade – Stavo utilizzando l’aspirapolvere e lui mi stava seguendo ovunque come suo solito, come fanno tutti i bambini. Mi sono girata un attimo e mi sono allontanata per non più di cinque passi, e solo dopo aver spento l’aspirapolvere, quando l’ho sentito gridare.
Theo aveva spinto la sua mano all’interno del vano inferiore dell’aspirapolvere, dove ci sono le setole della spazzola ancora roventi per l’uso, dopo essere riuscito ad accenderlo di nuovo, evidentemente aveva visto me tante volte farlo. Sono andata nel panico, non sapevo cosa fare, è stato tutto così veloce e mi sono venute in mente milioni di cose.”

 

La mamma del bambino gravemente ustionato continua nel suo meticoloso racconto:

“L’ho tolto velocemente da lì e questo ha evitato danni peggiori, l’ho portato subito al pronto soccorso pensando che comunque si trattasse di una cosa da nulla e invece lì mi hanno fatto aspettare per parlare con uno specialista in ustioni.”

Jade, che vive con suo figlio nel Somerset, ha detto che Theo aveva un’ustione di quarto grado e che era così grave che avrebbe potuto pregiudicare il movimento della mano anche dopo la guarigione.
I medici le hanno parlato della possibilità di fare un’operazione chirurgica correttiva che possa permettergli di muovere la mano a dovere, per questo la sua ferita è stata monitorata ogni 3 giorni, per scongiurare danni peggiori; inoltre ogni settimana ha una visita specialistica.

 

La mamma del bambino gravemente ustionato è rimasta letteralmente scioccata da quanto accaduto, ma soprattutto dalla rapidità con cui è successo. Il cuore di Jade è andato letteralmente in frantumi quando ha visto il suo piccolo così sofferente, i dottori l’hanno dovuta rassicurare a lungo, confortare quasi più lei del piccolo.
In virtù della sua preoccupazione, Jade si è affrettata a scrivere la sua storia sui social network affinché fosse conosciuta da tutte le mamme, voleva far sapere loro che queste cose esistono e possono capitare anche alle mamme più attente.

 

 

Nel suo post, la mamma del bambino gravemente ustionato ha insistito nel fatto che tutti i genitori sapessero che il veloce movimento delle setole dell’aspirapolvere può causare gravi ustioni, non voleva che altri genitori si sentissero pessimi, proprio come si sentiva lei.

 

Il suo scritto ha riscosso molto successo e la donna ha ricevuto tantissima solidarietà, al contrario di quanto pensasse; si sentiva una cattiva madre, la peggior mamma del mondo che aveva lasciato solo il figlio per pochi istanti, una minima distrazione che gli ha causato gravi ustioni.
Non si aspettava affatto questo clima comprensivo nei suoi confronti.

“Mi sentivo la mamma più inadeguata di tutte ma poi ho pensato che potevo migliorare un po’ la situazione degli altri, condividendo la mia storia avrei potuto far riflettere le altre mamme sulla prevenzione e lo stare attente alla sicurezza.”

La madre del bambino gravemente ustionato non imputa colpe particolari alla ditta produttrice del proprio aspirapolvere, l’incidente domestico sarebbe infatti potuto capitare con qualunque elettrodomestico di qualsiasi altra marca.
L’unico appunto che la donna ha rivolto all’azienda è di valutare la possibilità di apporre un adesivo che richiami l’attenzione sulla pericolosità di lasciare incustodito l’apparecchio e sulla possibilità, da parte del bimbo, di accedere alle spazzole roventi.

“Per fortuna ora Theo sta bene e si sta riprendendo completamente.”

Epidermiolisi bollosa, la bimba che sembra sempre ustionata
 


 

Articolo aggiornato al 27 Ottobre 2021



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici