Seguici:

Isola Dei Famosi: omicidio nell’albergo dove alloggia la produzione

Nell'albergo dove alloggia la produzione dell'Isola dei Famosi c'è stato un agguato armato: due killer hanno freddato un uomo in prossimità della piscina

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

06 Aprile 2018

E’ accaduto durante la Semana Santa onduregna, la settimana di festività che rintraccia la Pasqua; è accaduto in Honduras, lì dove l’Italia è sbarcata col suo carico di notorietà per il reality shoow l’ ‘”Isola dei Famosi”:

all’interno dell’albergo dove alloggia la produzione della trasmissione e il co-conduttore Stefano De Martino è avvenuto un sanguinario omicidio.

 

Isola dei Famosi

In prossimità della piscina dell’albergo è stato freddato con più colpi di arma da fuoco un boss del narcotraffico, illesa la produzione dell’Isola dei Famosi.

 

A quanto pare un commando armato, composto da due killer ha fatto irruzione nell’hotel, ha puntato la sua vittima e ha fatto fuoco.

Stefano De Martino e tutti i membri della troupe e della produzione del reality stanno bene, malgrado l’ovvia paura.

 

La notizia viene attribuita al settimanale Spy, non sarebbe stata divulgata ufficialmente dalla produzioni per non allarmare né incutere inutili timori tra parenti e amici del cast, degli operatori e lavoratori impegnati per l’ “Isola dei Famosi” in Honduras.

 

La vittima della sparatoria avrebbe un nome:Angel Martinez Nunez, detto “El Caballo Loco” che si traduce in Cavallo pazzo. L’uomo sarebbe, per l’appunto, un esponente di spicco del mercato illegale del narcotraffico centroamericano. Per la dinamica dell’omicidio si può dire che sia stato giustiziato. I sicari non sono stati né fermati e nemmeno individuati, si sono dileguati approfittando del caos e del panico che hanno fatto seguito agli spari.

 

La tabella di marcia del reality non ha subito rallentamenti.



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici