Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bucato in lavatrice: lavare a 60° aumenta i batteri

Contrariamente a quanto pensato, lavare più volte al mese il bucato in lavatrice a 60°C aumenterebbe i batteri all'interno dell'elettrodomestico, lo studio.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

14 Maggio 2020

È opinione comune che lavare il bucato in lavatrice a basse temperature, ossia a meno 30°C, non garantisca una perfetta igienizzazione dei capi e la completa eliminazione della carica batterica presente su questi ultimi e nell’elettrodomestico stesso.

Tuttavia un recente studio ha dimostrato che effettuare più lavaggi al mese a temperature uguali o superiori i 60°C favorisca la proliferazione di diverse colonie di batteri all’interno della lavatrice.

 

Bucato in lavatrice: lavare a 60° aumenta i batteri

Bucato in lavatrice: lavare a 60° aumenta i batteri – Fonte immagini 123rf.com con licenza d’uso

 

Bucato in lavatrice: studio sulla colonizzazione batterica.

 

La ricerca qui sopra citata è stata condotta dagli studiosi delle università tedesche di Furtwangen e di Gießen e dall’azienda chimica tedesca Henkel AG & Co KGaA e pubblicata sulla rivista Microorganisms il 22 dicembre 2019.

 

Con lo scopo di accertare se l’umido ed il calore dell’elettrodomestico – condizioni più che favorevoli alla proliferazioni di batteri – contribuissero alla colonizzazione microbica all’interno delle lavatrici, rendendole più soggette a problemi quali corrosione, macchie e cattivi odori, i ricercatori hanno analizzato 50 campioni provenienti da 13 lavatrici ad uso domestico.

Per l’esattezza tali campioni sono stati prelevati da quattro parti specifiche degli elettrodomestici: il cassetto del detersivo, le guarnizioni dello sportello, il pozzetto e le fibre raccolte dall’acqua di scarico di un lavaggio di prova.

 

È emerso che il cassetto del detersivo è la zona della lavatrice con più alta diversità batterica mentre nell’oblo, o meglio nei sigilli di gomma che ne permettono la chiusura ermetica, si annida maggiormente il “Moraxella osloensis”, un batterio che, seppur letale per le lumache, difficilmente infetta l’uomo ma è comunque fonte dei cattivi odori presenti nell’elettrodomestico.

 

“Il Moraxella osloensis è resistente e sembra essere in grado di resistere alle condizioni ambientali del sigillo dell’oblò. Al fine di prevenire i cattivi odori del bucato in lavatrice e della macchina stessa, è necessario pulire regolarmente la guarnizione e lasciare la macchina aperta per farla asciugare”.

 

È quanto dichiarato dal professore e dottore Markus Egert, insegnante di microbiologia e igiene all’università di Furtwangen nel campus di Schwenningen. Lo studio da lui condotto ha permesso di riscontrare la presenza del Moraxella osloensis in 9 oblò su 13 analizzati mentre nel complesso sono stati trovati 229 diversi tipi di batteri.

Nonostante ciò, quello che ha maggiormente stupito gli autori dello studio è stato l’aumento della proliferazione di diversi tipi di batteri nella vaschetta del detersivo durante i lavaggi ad alte temperature.

 

Bucato in lavatrice: lavare a 60° aumenta i batteri

Bucato in lavatrice: lavare a 60° aumenta i batteri – Fonte immagini 123rf.com con licenza d’uso

 

Bucato in lavatrice: lavare a 60° aumenta i batteri.

 

Oltre alla campionatura degli elettrodomestici, i ricercatori hanno chiesto ai possessori delle lavatrici campione le loro abitudini di lavaggio; queste ultime hanno permesso di evidenziare una significativa correlazione tra temperatura e proliferazioni di batteri.

È stato infatti dimostrato che gli elettrodomestici di coloro che effettuavano il bucato in lavatrice ad una temperatura ≥ i 60°C per più volte al mese presentavano una maggiore diversità batterica nella vaschetta del detersivo.

 

“Il lavaggio a 60°C o a temperatura maggiore è ancora la scelta migliore per l’igiene del bucato. Tuttavia la propagazione del calore ad altre parti della macchina può favorire la crescita di germi” ha dichiarato Egert.

 

Resta quindi valida l’opinione che le alte temperature garantiscano un bucato in lavatrice pulito ed igienizzato ma non bisogna dimenticare che anche l’elettrodomestico necessita di una cura frequente.

Come pulire la lavatrice nel modo giusto

Fonte: Università di FurtwangenMicroorganisms

Leggi anche

Seguici