Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Meno figli in Italia: un genitore su 4 non lo rifarebbe

Perché si fanno sempre meno figli in Italia? Perché ci sono sempre meno mamme e papà nel nostro Paese? Ecco perché donne e uomini rinunciano a metter su famiglia

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

10 Agosto 2020

Essere un genitore non è facile, è un compito che richiede molto impegno, sacrificio, attenzione e tanta pazienza, il tutto ripagato dall’amore incondizionato che solo un figlio può donare.

Essere genitore è l’esperienza più bella e nel contempo più devastante che un uomo o una donna possano provare; è il miracolo della vita che si fa largo nella vita della coppia fino a stravolgerla completamente.

 

Nonostante venga descritta come un’esperienza unicamente meravigliosa, si fanno sempre meno figli in Italia, una scelta consapevole dettata da motivi ben specifici.

 

Meno figli in Italia: un genitore su 4 non lo rifarebbe

Meno figli in Italia: un genitore su 4 non lo rifarebbe – Fonte immagini 123rf.com con licenza d’uso

 

Meno figli in Italia: un genitore su 4 non lo rifarebbe.

 

Nel nostro Paese sono sempre meno le persone che decidono di diventare genitori. Le motivazioni, opinabili forse ma comunque non oggetto di giudizio altrui, possono essere diverse ma al tempo stesso seguono una linea comune: problemi economici, mancanza di aiuti e sostegni adeguati per le famiglie, servizi accessibili finanche la mancata volontà di voler rinunciare alla propria libertà.

 

Secondo un sondaggio Istat, i cui risultati sono stati resi noti nel Febbraio del 2020, a fare meno figli in Italia sono le persone comprese nella fascia d’età che va dai 25 ai 44 anni, uomini e donne che rinunciano ad allargare la propria famiglia perché lavoratori precari o più semplicemente perché non propensi ad affrontare i sacrifici e le rinunce che la genitorialità comporta.

 

Un ulteriore sondaggio realizzato dall’istituto di ricerca Swg ha rilevato che un genitore su 4, ossia il 15% degli intervistati che hanno già dei figli (dato che sale al 22% per i soggetti di età compresa tra i 25 e i 44 anni), potendo tornare indietro sceglierebbe di non fare più figli.

Di contro, il 67% degli intervistati ha dichiarato di sentirsi incompleto senza un figlio, percentuale che scende al 57% se a rispondere sono persone appartenenti sempre al gruppo di età “media”, ossia tra i 25 e i 44 anni.

 

Meno figli in Italia: un genitore su 4 non lo rifarebbe

Meno figli in Italia: un genitore su 4 non lo rifarebbe – Fonte immagine Imgur

 

Fare sempre meno figli in Italia può essere considerata una tendenza irreversibile?

 

Secondo buona parte degli intervistati è possibile capovolgere questa scelta, riportando i grafici delle nuove nascite in positivo, solo se verrà data una maggiore sicurezza economica alle giovani famiglie.

Per gli intervistati infatti l’insicurezza economica (66% per chi ha figli, 74% per chi non ne ha) e la paura del sempre più crescente precariato (62% per chi ha figli, 70% per chi non ne ha) potrebbero essere combattute con un aumento degli sgravi fiscali, degli aiuti economici e dei servizi dedicati alle famiglie.

 

La solidità economica infatti rappresenta un punto focale nella scelta di coloro che vogliono diventare genitori, oltre all’immenso amore che un figlio può portare in una famiglia, è infatti innegabile che avere un bambino rappresenti un maggior numero di costi che non tutti sono in grado di permettersi.

 

Meno figli in Italia: un genitore su 4 non lo rifarebbe

Meno figli in Italia: un genitore su 4 non lo rifarebbe – Fonte immagine Imgur

 

Fonte: Il Messaggero

Leggi anche

Seguici