Seguici:

3 giochi di prescrittura 

3 giochi di prescrittura per bambini piccoli. Attività che possono essere fatte all'aperto e-o in casa. Giochi educativi e multisensoriali che dimostrano che si apprende con l'esperienza e con tutto il corpo.

di Federica Federico

21 Novembre 2022

Lavagna montessoriana per la prescrittura - ©Vitadamamma con "Il Mio Primo Scarabeo"

La pedagogia moderna, a partire da Maria Montessori sino al conforto delle neuroscienze, ci insegna che si apprende con tutto il corpo, e ciò vale anche per la scrittura. Questa forma di apprendimento esperienziale suggerisce che i bambini prima di scrivere devono avere una buona padronanza del corpo, non solo delle mani e degli arti superiori, ma anche della coordinazione spazio-visiva e un affinato senso dell’orientamento.

 

È per questo che i primi giochi di prescrittura hanno sede in quei luoghi che ancora non sono nemmeno prossimi ai banchi di scuola, è bene, quindi, giocare a tracciare, ordinare, disegnare e riconoscere forme prima ancora di avere 5-6 anni

 

Giochi di prescrittura Home Made, come proporli ai bambini

I primi giochi che vi proponiamo partono dai piedi e hanno a che fare con l’equilibrio e il perseguimento di una traiettoria ordinata nello spazio abitato dal corpo.

 

Giochi di prescrittura: spazio-movimento del corpo 

Se in spiaggia possiamo mettere in fila sassolini o tracciare linee sulla sabbia umida da calpestare a piedi nudi seguendo la rotta del tratto segnato sul bagnasciuga, al parco è possibile mettere in fila le ghiande, le foglie brune cadute dagli alberi e seguire i vialetti camminando esattamente dietro mamma e papà su una linea immaginaria. Questo già consente una dimestichezza con lo spazio che è proficua anche per l’avvio delle prime esperienze di scarabocchio prima e disegno poi.

 

L’approccio che intendiamo offrirvi alla prescrittura, si basa su una educazione esperienziale, ovvero non teorica ma pragmatica, fondata sulla percezione e sperimentazione come strumenti per trasformare il fatto in pensiero, il provato con le mani, la vista e l’agire in concetto mentale. 

 

Questo approccio era già montessoriano quando la celebre pedagogista affermava che prima di associare la lettera alla scrittura o al suo suono il bambino deve maneggiarla riconoscendone l’assonanza con le forme geometriche e trattandola non sotto il punto di vista grafologico ma come “disegno”. 

 

Nel corso di questo progetto a sostegno della prescrittura esperienziale e ludica, più volte abbiamo parlato della A come di un triangolo senza base e con una linea al centro o della O come di un cerchio perfetto: questa è la descrizione, semplice ma realistica, del mondo delle lettere visto dal bambino. 

 

Se non è estate e non possiamo camminare a piedi nudi sulla sabbia e se piove e non possiamo andare al parco, potremmo utilizzare le tessere de “Il Mio Primo Scarabeo” per costruire un binario entro cui il bambino dovrà camminare diritto oppure possiamo lasciare che il bambino le disponga in terra costruendo un percorso da seguire col dito, come un domino di lettere.  

 

Potrà giocare in questo modo già il bimbo di 4 anni, maneggiando le tessere non riconoscerà le lettere nel loro aspetto funzionale, ma le osserverà sotto il profilo morfologico, ovvero per come sono disegnate. 

La memoria che accumulerà sarà un valore aggiunto per lui, una precompetenza al primo approccio alla scrittura.

 

Potete realizzare anche tessere Home Made o ritagliare sagome di cartone della forma delle nostre lettere, l’importante è comprendere che il bambino ha bisogno, assai prima di iniziare a scrivere, di fare amicizia con lo spazio, le forme e la gestione del corpo, successivamente funzionale anche in rapporto a queste esperienze.

 

Giochi di prescrittura che affinano il coordinamento oculo-manuale e il riconoscimento delle forme

Se il primo gioco che vi abbiamo proposto è un gioco che può avere luogo in ampi spazi, i prossimi due, invece, sono giochi da casa.

 

La lavagna magica fai da te di ispirazione montessoriana

Procuratevi un vassoio, riempitelo di pan grattato, in alternativa di sabbia da gioco per bambini oppure semolino o farina. 

A parte, ritagliate dei cartoncini, anche di riciclo, di una dimensione minima di 15cm x 15cm, all’interno disegnate figure geometriche semplici.

 

Presentate al bambino il vassoio accanto al singolo cartoncino e mostrategli come riproporre col dito la figura osservata, per esempio il cerchio o il quadrato.

 

Questo gioco è ispirato alla lavagna montessoriana per la prescrittura; tra i giochi realizzabili a casa è uno tra i più semplici e può essere proposto già a bambini di 3 anni e mezzo – 4 anni.

 

In un ideale schema di progressione pedagogica delle competenze della mano e del tratto grafico, infatti, tra i 3 e i 4 anni il bambino già è in grado di disegnare linee diritte e curve e di gestire lo strumento della scrittura, matite, penne e pennarelli, strumenti che, peraltro, dovrebbero sempre essere messi a disposizione dei bimbi sin dalla tenera età.

 

Questa lavagna unisce la percezione sensoriale (la sensazione scatenata al tatto dalla sabbia o dalla farina) e la gestione del tratto grafico nello spazio. Ciò senza considerare che pretende un lavoro di osservazione. Il gioco si può complicare mettendo nelle mani del bambino un bastoncino di legno che, come se fosse una penna, rappresenterà lo strumento scrittorio.

 

Intorno ai 5-6 anni possono essere offerte al bambino, affinché riproduca la forma delle lettere sulla lavagna, anche le tessere de “Il Mio Primo Scarabeo”.

 

Il percorso del sassolino

Procuratevi un cartoncino di riciclo che faccia da base su cui attaccarne un altro colorato;

procacciatevi anche degli scovolini, un sassolino, colla a caldo e una bustina per alimenti di quelle che si chiudono ermeticamente.

Incollate gli scovolini sul cartoncino colorato alternando i margini di appoggio del cartone (come in foto) in modo da creare una sorta di scalino che permetta al sassolino di passare da uno scovolino all’altro.

Chiudete il lavoro nella busta per alimenti ermeticamente sigillata e chiedete al bambino di accompagnare il sassolino nel percorso.

@montessorianamente.mamma Imparare a scrivere è un avventura che parte assai prima dei 5 o 6 anni, il 👦 bambino per poter scrivere e apprendere la #scrittura ha bisogno di molte #precompetenze tea cui la coordinazione occhio-mano e la gestione dello spazio. Qui vi mostro come stimolare proprio questi apprendimenti. #prescrittura #imparareascrivere #giochiacostozero #giochihomemade #giochimontessoriani #giochimontessori #montessoriano #montessorianamente ♬ Comical lively cute sports day – SOUND BANK

Presumibilmente questo gioco si riferisce a un’età in cui il bambino discerne cosa può mettere in bocca e cosa no, ma è sempre bene richiamare l’attenzione degli adulti sulla presenza di elementi piccoli all’interno di un gioco: questo, in particolare, contiene un sassolino e per tanto non va messo nelle mani di bambini in fase di alta stimolazione orale.

 

Tutti i giochi di prescrittura che vi abbiamo proposto puntano alla gestione del tratto grafico, lo scopo è costruire nel bambino le precompetenze, ovvero le basi di un sereno lavoro di letto-scrittura.



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter.

Seguici