Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Homeschooling Italia

La scuola è un diritto, l’istruzione un dovere: è possibile assolvere al dovere di educare i figli, garantendo loro il sacro diritto alla cultura e al sapere, anche attraverso l’alternativo strumento dell’istruzione domiciliare, dall’inglese homeschooling.

L’Homeschooling è ammessa anche in Italia, se ne fa richiesta al dirigente scolastico della scuola scelta come riferimento, e permette alla famiglia di farsi carico del percorso di istruzione del figlio fuori dai canali istituzionali della scuola tradizionale.

Quella parentale (l’Homeschooling è detta anche istruzione parentale) è un’esperienza individualizzata che può svolgersi anche col supporto di membri esterni alla famiglia e competenti per materie. Ma soprattutto è una forma di istruzione “naturale ed esperienziale” in cui l’apprendimento è parte del vissuto quotidiano e passa sovente attraverso la sperimentazione concreta, la ricerca pratico-applicataiva, la visita ai luoghi e la constatazione di ciò che si sta affrontando (più che studiando).

L’Homeschooling aderisce a una filosofia del sapere non competitiva e mai appiattita sul voto o sul giudizio. I bambini e i ragazzi sono, altresì, padroni della gestione del loro tempo e della loro organizzazione.

La scuola domestica è strutturalmente diversa dalla scuola tra i banchi. Alla fine del percorso formativo, del quale la famiglia deve rendere conto e su cui vigilano le istituzioni, lo studente dovrà sostenere un esame abilitativo che accerti il raggiungimento di competenze idonee all’accesso all’anno scolastico successivo.

L’Homeschooling è un processo reversibile, in tal senso il bambino o il ragazzo possono sempre trovare collocazione nella scuola istituzionale quando vogliano rinunciare al percorso di educazione parentale.

Vitadamamma ha isitituito la categoria dedicata alla Homeschooling per essere da supporto alle mamme e alle famiglie che decidano di istruire i figli a casa.

Qui ci proponiamo di presentare spunti educativi tenendo conto dell’età di bambini e ragazzi e indicando i riferimenti scientifico – pedagogici più appropriati e seri. Sarà altresì questa la sede di pubblicazione di esempi di lavoro pratico esperienziale divisi per fasce d’età e classi di riferimento, schede, consigli pratici, esperimenti, moduli, approfondimenti, ricerche e spunti di riflessione animeranno il dibattito sulla scuola a casa.

Seguici