Seguici:

Alessia Cammarota lancia un appello dopo l’aborto

Fortemente provata per la dolorosa perdita, dopo un lungo silenzio social Alessia Cammarota lancia un appello ai followers che vogliono parlare dell'aborto

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

12 Aprile 2021

Dopo aver annunciato la perdita del loro terzo figlio, e dopo aver chiesto silenzio e rispetto per il loro dolore, Alessia Cammarota lancia un appello alle sue fans che amorevolmente le scrivono ogni giorno con la speranza di poterle donare un po’ di conforto.

 

Alessia Cammarota lancia un appello dopo l’aborto

Alessia Cammarota lancia un appello dopo l’aborto.
Foto diritto d’autore: natalya3081© 123RF.com – ID Immagine: 117556014 con licenza d’uso.

 

Alessia Cammarota lancia un appello dopo l’aborto.

 

L’ex corteggiatrice di Uomini e Donne, oggi felicemente sposata con Aldo Palmeri, il tronista che l’ha scelta nel corso della trasmissione di Maria De Filippi, e orgogliosa mamma di Niccolò (17 giugno2015) e Leonardo (19 Ottobre 2017), ha deciso di rompere il silenzio nel quale si era chiusa, insieme a tutta la sua famiglia, subito dopo l’aborto.

Alcune settimane fa infatti la giovane mamma ha purtroppo perso il piccolo che portava in grembo da circa 5 mesi, un dolore che ha profondamente scosso la coppia che ha deciso di vivere quel delicato momento nel più assoluto riserbo, com’è giusto che sia.

Fino allo scorso venerdì 9 Aprile, giorno in cui Alessia Cammarota lancia un appello attraverso alcune stories pubblicate sul suo profilo instagram.

“Ciao bambine, nella mia testa questo discorso l’ho fatto tante volte, ma in realtà non filava mai nel modo giusto. Non trovavo mai le parole giuste. Ho deciso di farlo così, come viene. Ciao! Dopo un po’ di tempo di silenzio, sono qua per dirvi che sto bene”.

Visibilmente provata ed emotivamente fragile, l’ex corteggiatrice spiega di aver utilizzato il termine “bene” per circostanza, che quello che sta affrontando è un percorso lungo e particolare che pian piano la sta riportando alla “normalità”.

È consapevole di non essere la prima donna ad aver perso il suo bambino e che, purtroppo, non sarà l’ultima e ringrazia tutti coloro che quotidianamente le inviano messaggi di amore e conforto.

E proprio rivolgendosi a questi ultimi Alessia Cammarota lancia un appello rimarcando il suo desiderio di non raccontare e di non parlare ma di andare oltre e concentrarsi solo su ciò che la fa stare bene.

“Molte di voi mi hanno chiesto di parlare… perdonatemi ma per me non è il momento, e non so se arriverà mai, di raccontare e di chiacchierare […] Ringrazio anche tutte le ragazze che a modo loro, per amore, mi stanno raccontando le loro esperienze… Però vi prego basta, basta perché c’è questa piccola ferita che tenta a modo suo di rimarginarsi. Ma leggendo continuamente, si riapre ogni volta”.

Ci sono diversi modi di affrontare il dolore di un aborto, alcune donne trovano la forza nelle parole delle altre mamme con le quali condividono quella sofferenza e quindi possono comprendere appieno il loro stato d’animo. E poi ci sono mamme che, proprio come Alessia, preferiscono il silenzio.

Qualunque sia il modo scelto, bisogna rispettare le mamme ed i papà che stanno affrontando il loro lutto, perché un aborto è una perdita importante e come tale necessita del suo tempo per essere elaborata.

“So quanto amore c’è dietro i vostri racconti, dietro le vostre parole, però in questo momento non è quello che mi fa stare bene. Mi è stato consigliato di fare solo quello che mi fa stare bene. E, nel vostro piccolo, voi mi fate stare bene. Vi voglio bene”.

Qui di seguito il video in cui Alessia Cammarota lancia un appello postato da una sua fanpage.

 



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!
Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici