Seguici:

Protocollo reale per il principe George: niente voli con William e Kate

La Royal Family imporrà il protocollo reale per il principe George, il piccolo erede al trono non potrà più viaggiare in aereo con papà William e mamma Kate

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

20 Luglio 2021

Sin dalla tenerissima età di 8 mesi, il primogenito del duca e della duchessa di Cambridge ha avuto il permesso di Sua Maestà la Regina di poter viaggiare insieme ai suoi genitori, tuttavia la Royal Family sembra esser più che decisa ad applicare il protocollo reale per il principe George che non potrà più godere di questa particolare attenzione.
La regola, fino ad oggi “infranta” in più occasioni, impone al piccolo erede al trono d’Inghilterra di non poter viaggiare in aereo insieme a papà William e mamma Kate al fine di tutelare la monarchia inglese.

 

Protocollo reale per il principe George: niente voli con William e Kate

La Famiglia Reale a Buckingham Palace nel Giugno 2017 per il compleanno della Regina Elizabeth II.
Foto diritto d’autore: cheekylorns© 123RF.com – ID Immagine: 80516465 con licenza d’uso.

Protocollo reale per il principe George: niente voli con William e Kate.

 

Per meglio comprendere l’applicazione del protocollo reale per il principe George è necessario osservare la linea di successione della casa reale di Windsor. Regnante dal 6 febbraio del 1952, la Regina Elisabetta II, figlia di re Giorgio VI, dovrà alla sua morte cedere il trono al discendente più diretto.
Allo stato attuale delle cose, e tenendo conto che i primogeniti hanno la precedenza, non importa se maschio o femmina, la corona spetterebbe in primis al principe Carlo per poi proseguire nel seguente ordine:

 

  • Sua altezza reale Carlo, principe del Galles, maggiore dei 4 figli della regina Elisabetta II e di Filippo di Edimburgo;
  • Il principe William, duca di Cambridge, primogenito del principe Carlo e di Lady Diana;
  • Il principe George di Cambridge, maggiore dei 3 figli di William e Kate;
  • La principessa Charlotte di Cambridge, secondogenita di William e Kate;
  • Il principe Louis di Cambridge, terzo figlio di William e Kate;
  • Il principe Henry, duca di Sussex, secondo figlio del principe Carlo e Lady Diana;
  • Archie Mountbatten-Windsor, primogenito di Henry e Meghan;
  • Lilibet Mountbatten-Windsor, seconda figlia del principe Harry e della Markle.

 

 

Come detto in precedenza, per tutelare la monarchia inglese e preservare la salute ed il benessere degli eredi alla corona, si presume che verrà applicato il protocollo reale per il principe George al compimento del suo 12esimo anno di età (il royal baby è nato il 22 luglio 2013). Nello specifico si tratta di una delle principali regole di viaggio che gli appartenenti alla famiglia reale devono rispettare:

 

due eredi al trono non possono e non devono viaggiare insieme.

 

 

Secondo quanto riportato sul quotidiano britannico Express, tale regola nasceva in concomitanza con i primi viaggi in aereo, una misura precauzionale atta a proteggere i discendenti della corona, e la monarchia stessa, in caso di un imprevisto incidente aereo.
Sin dal primo viaggio del loro primogenito, avvenuto nel 2014 quando il principino aveva appena 8 mesi (vedi foto qui di seguito, ndr), il duca e la duchessa di Cambridge hanno chiesto a Sua Maestà (Kate e William non hanno la custodia legale dei loro figli, come anche il principe Carlo e Lady Diana prima di loro) di non applicare il protocollo reale per il principe George, lasciando che il piccolo viaggiasse sullo stesso aereo della madre e del padre durante il Royal Tour ufficiale in Nuova Zelanda e Australia.

 

 

Eccezione che si è ripetuta nel tempo, sia per i viaggi ufficiali che per le vacanze di famiglia, e che ha visto coinvolti anche la piccola Charlotteha volato con i genitori ed il fratello nel 2016 per il Royal Tour in Canada (qui le foto) e nel 2017 per la Polonia – ed il piccolo Louis.

 

 

La mancata applicazione del protocollo reale per il principe George ed i suoi fratelli è il frutto dell’educazione che William e Kate hanno voluto dare ai propri figli. Il duca e la duchessa di Cambridge infatti non hanno mai nascosto di voler crescere i propri figli nel modo più naturale e ”normale” possibile, evitando loro, nei limiti del possibile, le pressioni di palazzo e dell’importante ruolo che ricopriranno in futuro.

 

Tuttavia la Regina Elisabetta II, a cui per legge spetta la custodia legale dei nipoti (un’antica legge monarchica secondo la quale è unicamente il sovrano a gestire e decidere le sorti degli eredi al trono), non può continuare a correre il rischio di poter perdere, in caso di uno sfortunato incidente, 4 successori al trono.
Per tale motivo, è molto probabile che il protocollo reale per il principe George verrà applicato quando quest’ultimo spegnerà 12 candeline, fino ad allora potrà continuare a viaggiare in aereo insieme a tutta la sua famiglia.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!
Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici